STRATEGIA DI INVESTIMENTO EFFICACE: IL SALDO E STRALCIO IMMOBILIARE

Il saldo e stralcio immobiliare è  quella operazione che permette di accordarsi con la banca e con altri creditori (solitamente il condominio) concordando un prezzo più basso per estinguere i debito e rilevare l’immobile pignorato ad un prezzo sensibilmente inferiore rispetto al valore di mercato.

Il debitore è una persona che ha contratto un debito più frequentemente con la banca, (anche se ultimamente il creditore procedente risulta essere il condominio a fronte di spese condominiali non pagate regolarmente)  che non riesce ad onorare.

Qualora la banca ovvero come detto il condominio, non riesca a recuperare le somme dovute, agirà intraprendendo una procedura esecutiva forzata con inevitabile pignoramento dell’immobile e successiva vendita all’asta.

A seguito di un pignoramento sembrerebbe quindi inevitabile la vendita giudiziaria e nella maggioranza dei casi il debitore potrebbe perdere definitivamente la propria casa, non riuscendo però, con il ricavato dell’asta, a soddisfare completamente i creditori, e rimanendo ancora in stato di insolvenza.

Spesso, in questi casi, il debitore pensa non ci sia più nulla da fare commettendo un grave errore.

In questi casi, infatti, è opportuno affidarsi a società competenti ed esperte in risoluzione del debito tramite trattativa stragiudiziale, e vendere l’immobile prima dell’asta, interrompendo in questo modo il processo esecutivo.

 

Una volta ottenuta la delega dell’esecutato per trattare a suo nome la società contatterà infatti l’istituto di creditore e/o  gli altri creditori al fine di negoziare il debito ed ottenere la chiusura della posizione, a stralcio, pagando una cifra inferiore, rispetto al debito residuo.

L’operazione tecnicamente viene definita a saldo e stralcio, in quanto i creditori, a fronte di un pagamento immediato, possono decidere di chiudere la pratica accettando dunque un importo più basso di quello che gli spetterebbe senza dover attendere i rischi e le tempistiche proprie di una procedura esecutiva immobiliare.

 

Stralciare un immobile significa quindi intervenire in una procedura di esecuzione immobiliare, stabilendo un accordo con il debitore e i creditori prima che l’immobile venga aggiudicato all’asta. In questa procedura, il prezzo finale di acquisto dell’immobile può arrivare ad essere oltre la metà del prezzo di mercato.
Gli stralci immobiliari rappresentano dunque una grande opportunità di investimento sia per chi vuole comprare casa o comunque investire, sia per l’esecutato che oltre a liberarsi del debito può essere cancellato dalla Centrale Rischi con la possibilità di tornare nuovamente ad essere finanziabile.

Una trattativa “Win Win Win”.

La trattativa saldo e stralcio è per questo comunemente detta una trattativa “Win Win Win” in quanto ne traggono vantaggio tutte le parti coinvolte:

L’investitore immobiliare, che acquista l’immobile ad un prezzo sicuramente inferiore a quello di mercato e, rivendendolo ad un costo maggiorato, può concludere un ottimo affare.

Il debitore cha ha subito il pignoramento si libera dai debiti viene cancellato dalla lista dei cattivi pagatori ricevendo peraltro una percentuale ad opera della società procedente.

I creditori, che pur a fronte di un accordo preventivo che abbassa il valore del debito, vengono risarciti in breve tempo evitando lunghe e costose trafile processuali.